Bambini al cartoccio

Sezione: Usi e costumi

Quando avevo un mese, i miei provarono a lasciarmi in auto per ore sotto il sole, il 20 di luglio, per disfarsi di me. Non ha funzionato. Sono miracolosamente sopravvissuta, nonostante l’indifferenza e l’omertà dei passanti, giustamente troppo impegnati ad abbuffarsi di rigenerante gelato, per occuparsi di una bimba abbandonata a 45 impietosi gradi.
.
Reduci da questo fallimento i miei hanno quindi provato a farmi avvicinare alla Chiesa ed affidare la mia crescita spirituale e materiale ad un prete. Con me però non funzionò neppure la pedofilia. Anzi, creò loro altre grane, visto che il prete mi denunciò per molestie sessuali e i miei genitori furono costretti a pagare una cospicua cifra di denaro alla Chiesa, per mettere il tutto a tacere.
.
Decisero quindi di darmi in affido temporaneo ad una famiglia di Cogne. La signora Annamaria era veramente carina con me. Quasi mi dispiace di averle corretto il latte con il mio metadone, dopo mesi di messaggi subliminali notturni con cui le suggerivo di uccidere granguignolescamente il figlioletto.
.
Comunque i miei le hanno provate veramente tutte per sbarazzarsi di me. Hanno distrutto una dozzina di lavatrici tra il 1984 e il 1986. Il tecnico disse che avevo la pelle troppo dura e che neanche il Calfort può niente in questi casi. Provarono allora ad aggiungere una bustina di Coloreria Italiana dentro il cestello, ma quando videro che non ero diventata neanche nera, ottima scriminante per l’abbandono in autostrada, decisero di arrendersi.
.La verità è che non ci sono mai riusciti perché erano altri tempi e non avrebbe fatto audience. I bambini erano sempre morti, perché farci un servizio apposito? Morivano come muoiono le altre persone, né più né meno. Quindi a loro tutto sommato non interessava veramente uccidermi. Non avrebbero fatto parlare sufficientemente di sé. Probabilmente Vespa non avrebbe fatto neanche un plastico della nostra magione. Il loro era soltanto uno svogliato passatempo da annoiati.
.
E sì che una volta era molto più facile sbarazzarsi di un bambino. E lasciarlo morire in auto sotto il sole cocente non era poi così drammatico. Anche perché morto un bambino se ne fa un altro,che razza di problema c’è? Io mi addolorerei molto di più se morisse Rob Halford. Di quello ce n’è uno solo e ti puoi mettere d’impegno quanto vuoi ma non ne nasce uno uguale. Per non parlare del fatto che probabilmente rinascerebbe eterosessuale e sprovvisto dei suoi leggendari acuti da checca isterica.
.
Siete faziosi e fasulli. State mettendo in croce un uomo perché ha dimenticato sua figlia in auto. Come se non fosse capitato a chiunque di scordasi qualcosa.Come se non fosse capitato a chiunque di essere dimenticato all’Autogrill in mezzo agli zingari almeno una volta nella vita. La cosa mi sembra di gran lunga peggiore,considerata la qualità del cibo della catena di ristorazione de quo e le vecchie in gita che pisciano fuori dal gabinetto, dopo averla trattenuta nel pannolone per un giorno intero.
.
Io una volta ho dimenticato addirittura il mio stupendo portafoglio zebrato di Cavalli sul cruscotto, e la cosa mi sembra ulteriormente peggiore, considerando che gli zingari mi hanno sfondato il vetro per rubarlo. Fortunatamente in macchina c’era anche il mio nipotino legato al seggiolino, dimenticato da mia sorella il giorno prima, e gli zingari nella fretta hanno preferito portare via lui.
.
In ogni caso i bambini non dovrebbero esistere. Creano solo guai e sono d’impiccio. Guai voluti e meritati, si intende. Ci sarebbe un uomo in meno indagato per omicidio colposo se non avesse infaustamente deciso di riprodursi. E il carico della giustizia sarebbe oggi meno oberato, potendosi magari permettere di occuparsi di casi più seri, tipo il vetro della mia Porsche sfondato dagli zingari.
.
Dovremmo insomma nascere tutti già adulti. Certo, le vostre vagine non ne trarrebbero affatto giovamento ma in fondo se proprio avete paura di ritrovarvi la vulva come uno sbadiglio d’asino, potete sempre comprarvi una dozzina di bambini del Congo come hanno fatto Brad ed Angiolina. E’ tremendamente fashion comprarsi un figlio: anzi appena ripristino l’American Express, devo ricordarmi di comprare qualche embrione kazako per poi vantarmi con le mie amiche,  il sabato pomeriggio al centro estetico, mostrando loro le foto di quegli scuri fagioli che galleggiano nel mio acquario di vero fluido amniotico.
.
Ma non voglio che pensiate che sia cinica. Preferirei sapere che mi trovate semplicemente stronza. Sì, io sono stronza. Sono stronza ed egoista. Perché ho scelto di privarmi della “gioia” di un figlio. Una privazione che mi garantirà fra l’altro un sacco di vantaggi, primo fra tutti quello economico, ma adesso non è il caso di parlarne.
.
Vorrei piuttosto farvi capire, ammesso che possiate, che avere un figlio dal 1989 in poi è diventata una scelta irresponsabile ed egoistica.
.
Egoistica! Probabilmente passate le vostre giornate a piangere miseria perchè i soldi non vi bastano, ma sciaguratamente mettete al mondo un figlio senza poterlo mantenere e poi pretendete aiuti e solidarietà. Irresponsabile! Perché questo è un mondaccio di merda e il vostro adorabile figlioletto che cullate e coccolate premurosamente, lontano dalle brutture del mondo, tra qualche anno si martorizzerà di droghe mal tagliate in qualche discoteca di tendenza, insieme ad albanesi, troie infette e altra gentaglia impresentabile tipo Jacopo Pogrom.
.
Guarda il tuo sorridente figlioletto, tenero, paffuto e amoroso, che ridacchia mentre gli fai vocine idiote. Guardalo, e immaginalo tra qualche anno, riverso in un angolo di un buio parcheggio, svenuto nel suo vomito per le pasticcacce  che ha ingoiato e per il pestaggio ad opera degli spacciatori magrebini che non ha pagato.
.
Guarda con orgoglio la tua dolce bambina al suo primo saggio di danza. Guardala bene e sii consapevole che molto presto non allargherà le gambe per fare la spaccata, ma per farsi montare con maschilista disprezzo da un disoccupato alcolizzato che la sfrutterà per anni rovinandole la vita e spezzandole più volte il cuore, per poi abbandonarla, dopo aver trasformato quel candido fiore in una grigia disturbata senza speranza e senza più sorrisi.
.
Io sono stronza perché seriamente convinta che il controllo delle nascite, se non la totale negazione della maternità, siano allo stato attuale l’unica soluzione.Per quanto vi ostiniate a dire “Mio figlio non sarà così, lo crescerò in modo diverso!”, il mondo è purtroppo destinato a finire in mano a gente che scrive con le K e le X e che se gli chiedi dov’è Isernia, accende il Tom Tom.
.
E questo mi pare molto più preoccupante di don Seppia in un asilo nido.

38 Commenti

  1. Crispi
    Postato il 6 giugno 2011 alle ore 22:00 | Link diretto

    Vorrei tanto condividerlo su FB, ma ho ben TRE amiche che hanno appena sgravato.
    Tutte e 3 nel comune e totale delirio delle coppie moderne, sicché: posto di lavoro assente; fondi per il futuro assenti; se muoiono i nonni siete fottuti; quasi sfrattati; quasi quarantenni; altro.
    Li lascio divertire ancora un po’, ora tutto è così “puccioso” che a momenti ci casco anch’io.

    Grazie Marchesa.

    Ti lovvo.

  2. diocristoverme
    Postato il 6 giugno 2011 alle ore 22:03 | Link diretto

    appunto per quello condividi e rovina la giornata alle coniglie che hanno appena sgravato.

  3. La Marchesa
    Postato il 6 giugno 2011 alle ore 22:15 | Link diretto

    Crispi se non vuoi che il tuo nome cominci ad essere scritto così —- > KRYSPY offriti immediatamente volontario come baby sitter per portare quei 3 nuovi derelitti a fare un giretto.In auto ovviamente.Ma aspetta un clima più torrido magari.

  4. pippo
    Postato il 6 giugno 2011 alle ore 23:17 | Link diretto

    non capisco le femmine ke fan tanto le skizzinose poi sukkiano i kazzi… ke mondo strano

  5. Buzza
    Postato il 7 giugno 2011 alle ore 09:43 | Link diretto

    Pippo, impara a scrivere o non ripresentarti mai più qui, diocristo!!!

  6. Nadir
    Postato il 7 giugno 2011 alle ore 12:01 | Link diretto

    Nel 1985 (io avevo 9 anni) i miei vecchi mi hanno lasciato per mezza giornata nella zona franca tra Turchia e Grecia, e non é stato poi così male, stavo già immaginando come sarebbe stata la mia vita senza quei due strafattissimi hippy del cazzo, certo forse crepare infante in un’ auto rovente é una fine piu pietosa di una vita spalla a spalla con due incapaci come genitori.
    COMPRATEVI UN AUTOTRENO DI PROFILATTICI E SALVERETE MOLTE VITE INNOCENTI

  7. Postato il 7 giugno 2011 alle ore 14:36 | Link diretto

    Ma cazzo, offrire una vasectomia o una legatura delle tube gratis a 13 anni no? Ovviamente la Chiesa si oppone, ci sarebbero meno bambini da inculare nel futuro…

  8. Taraco Dance
    Postato il 7 giugno 2011 alle ore 14:57 | Link diretto

    Credo che proprio tu che nn sopporti i bambini quando ti capiterà la cosa sarai felice come una Pasqua, perchè le tue sono parole un poco scontate! Ps: io odio i bambini!

  9. cane di letame
    Postato il 7 giugno 2011 alle ore 19:23 | Link diretto

    grazie per il link, cassonetto. è sempre un piacere rivederlo!!!

  10. Crispi
    Postato il 8 giugno 2011 alle ore 00:17 | Link diretto

    No no, non lo condivido che già ho poche ferie quest’anno, metti che poi le spreco per andare ai funerali di tutte ‘ste creature… che sbatta!
    Ah, sono femminuccia, ora mi faccio brillare le tube con tutto Falloppio, KABOOM!!!

  11. Postato il 8 giugno 2011 alle ore 10:52 | Link diretto

    ‘fanculo cane, e piantala di segarti sugli hentai con i trans, ti fanno male. Crispi, appena ti fai tappare le tube fammelo sapere che ci andiamo a divertire. Sono un esperto, ho scopato donne di tutte le nazioni, le età, le razze e le religioni. Ho il cazzo pieno di bandiere come il palazzo dell’ONU!

  12. Postato il 8 giugno 2011 alle ore 12:44 | Link diretto

    La proposta di Cassonetto mi farà votare FAVOREVOLE al nucleare.
    Estinzione is the way!

  13. cane di letame
    Postato il 8 giugno 2011 alle ore 14:14 | Link diretto

    no no, niente hentai… odio quelle cagate da ciccioni in tuta nippofili.

    io voglio vedere cazzi veri!

  14. Postato il 8 giugno 2011 alle ore 14:16 | Link diretto

    Comincia tu, possibilmente portandoti dietro eva tritacazzi peres. Ma ricorda che se non ti sei mai prosternata davanti al mio obelisco fallico non hai mai veramente vissuto!

  15. San Licopodio
    Postato il 9 giugno 2011 alle ore 03:21 | Link diretto

    Orrore. Crudentà sui bambini!
    Solo la Chiesa ha vero amore per i piccoli, forse un pò troppo, ma è amore.
    Emendatevi, fratelli, modificate il vostro linguaggio osceno ed i vostri nomi blasfemi. Tornate all’ovile!

  16. Pipino_il_breve
    Postato il 24 giugno 2011 alle ore 16:27 | Link diretto

    Pensate di meno e procreate di più.
    La natura deve soccombere all’umanità, cazzo ci siamo conquistati la terra e adesso ce la mangiamo tutta. Gnam gnam.

  17. Lurydo
    Postato il 29 giugno 2011 alle ore 11:28 | Link diretto

    Una cosa mi chiedo: come mai una persona che ha scelto di non volere figli sente il bisogno di criticare chi ha fatto una scelta diversa dalla sua?

    Cotanto livore e risentimento da parte della Marchesa nei confronti dei bambini e delle coppie che hanno prolificato può solo voler dire una cosa: che la Marchesa in questione è un cesso orrendo, antipatico, acido e risentito, che nessun uomo (ma neanche nessuna donna) dotato di un minimo di sanità mentale vorrebbe mai mettersi in casa, e che quindi desidera un figlio in maniera quasi spasmodica, e si vede invece costretta a passare le sue serate in giro per locali insieme alle sue amiche “emancipate” (leggasi: altri cessi suoi pari) bevendo cocktail perchè l’assenza di alcool nel sangue farebbe calare la serata in un orrendo silenzio da post-bombardamento. Tornate a casa, un bel salto al pronto soccorso per farsi succhiare via la bile dal fegato!
    Olèèè!

  18. Postato il 29 giugno 2011 alle ore 12:25 | Link diretto

    è estate a me mi paice una ragazza ma lei continua a rifiutarmi succede che le sue amiche vanno al mare lei resta a casa allora ne approfitto di invitarla al ristorante 😉 a mie spese lei dopo un po’ di no accetta e alla fine vinco (crederci sempre in queste cose è un mio pregio). prenoto in un ristorantino carino mangieremo fuori all’aperto a lume di candela che per una coppia dciannovenne non è poco 😉
    mi vesto da figo x l’occasione e mi sento davvero bene con maglietta nike jens levis e scarpe da ginnastica all’ultima moda. vado a prenderla con la mia fiat coupè gialla. lei scende e sono innamorato due tettine come piacciono a me dure come due armadi 😉 (non le ho mai toccate non so scrivere) e un culetto che potrebbe partecipare alla fiera dell’arte…. il tutto rilegato in un jeans strttissimo va cosi e siamo una bella coppietta e quella è la mia sera x conquistarla senza le sue acide amichette del cavolo…… 😉

    arriviamo al ristorante e chiaccheriamo io ordino un bel po di roba e pure lei…….. a un tratto il dramma

    comincio a sbiancare in volto e lo stomaco mi ha dato un segnale tremendo (il famoso primo avviso della sciolta quello che dura 30 secondi) è panico lei mi chioede se sto bene e io per fare il macho come al solito gli dico di si’. finisce il primo avviso e arriva il secondo dopo alcuni minuti…… sono a un passo da farmi la sciolta addosso in un risotrante alla moda con la ragazza dei miei sogni….. ma io scemo non voglio andare in bagno perché mi vergogno prima ho detto che stavo bene e onestamente non ce la faccio a camminare (chi ha provato la situazione mi potra capire)….

    sono a pochi secondi dalla defecazione e solo la sedia mi sta salvando ma il mio terrore è talmente alto che alla fine sto per sbottare e andare in bagno ma sfiga delle sfighe lei si alza e va a prendersi il dolce nella stanza apposita e io non posso andare in bagno senza dirlglielo perchgè scemo penso che sia ancora peggio della sciolta fatta addosso…..

    il dramma arriva…. uno scorreggio che sembra la voce del diavolo si fa prepotente e il fiume della sciolta esce allo scoperto è il momento più brutto della mia vita in quel momento……. nelle mutande ho 1 kiletto di sciolta liquida mi alzo dalla sedia e x fortuna non è sporca ma scappo senza farmi vedere da lei che sta per tornare dai dolci presi…… esco dal locale e il cassiere mi guarda come per dire non paga? io mi giro su di lui e gli dico paga la ragazza che è con me e faccio cenno a lui il tavolo dove siamo seduti…. esco di corsa attraverso la strada prendo una mappa che ho in macchina e provo a pulirmi ma è un impresa impossibile in pochi secondi gambe pantaloni e scarpe sono da buttare…… prendo e me ne scappo me ne torno a casa sporco di sciolta in macchina non si reaspira e a momento rimetto di brutto ma x fortuna quello no….. torno a casa sto sotto il portone sperando di non beccare nessuno….. a casa mia è tutto vuoto nessuno è tornato il lavoraccio dura oltre un ora pantaloni firmati maglietta e scarpe buttati in una immondizia poco dopo…. vasca da bagno schifosa da pulire e tre quattro asciugamani da buttare….
    il giorno dopo impegherò oltre cinque ore per pulire l’auto…….

  19. Postato il 29 giugno 2011 alle ore 12:25 | Link diretto

    sono un maratoneta. So che ti sarà difficile comprenderlo, perché sei composto perlopiù da grassi obesi e magri inetti, ma lo sport è un piacevole momento di relax in una giornata fatta di lavoro, impegni e lo stress delle schermaglie amorose di una relazione durante ormai da 10 anni.
    Quindi cinque giorni a settimana mi prendo le mie 2 ore prima di cena ed esco a fare quei 20 chilometri “d’ufficio”.
    Ora, correndo così a lungo è normale che il corpo, specialmente dopo una giornata passata alla scrivania, rilasci i gas e il gonfiore che ha accumulato, e io normalmente non ci penso troppo, quando “scappa”, “scappa”. Così sovente le mie serate di corsa sono allietate da violenti peti e rutti, che mi fanno poi sentire più leggero e meno costipato, dandomi energia e vitalità.
    Purtroppo però un bel giorno il mio vizio di espellere con vigore i gas nelle mie interiora mi si rivoltò contro a più non posso; viaggiavo leggero a circa metà percorso, quando sentii arrivare la solita scoreggiona del decimo chilometro, ormai mia affezionata conoscente. Contraggo felice lo sfintere per buttarla fuori e già pregusto quel senso di leggerezza e propulsione in avanti che mi provoca, quando il disastro! Insieme al gas, sgorgò furioso un getto di merda sciolta (causata credo dalla quantità enorme di cocomero mangiato durante una festa in spiaggia nel vicino weekend). Sorgivo e bruciante, a causa del movimento ritmico dei fianchi e della spinta iniziale che avevo dato all’intestino retto, non accenna a diminuire e io ho quasi uno svenimento. Ma il peggio doveva ancora arrivare: mi guardo le gambe ed eccola lì, la merda ruscella libera dai pantaloncini lungo cosce e polpacci, frammista a pezzettoni di cocomero dall’odore nauseabondo.
    Ho le gambe ormai marroni e l’odore è tra i più pungenti e orribili che io abbia mai sentito. Inoltre sono a quasi 10 km da casa, e l’ultimo tratto di strada è in pieno centro!
    Rosso di vergogna, torno a casa spalmato di merda, e proprio quando pensavo di aver evitato lo sguardo dei più, ecco una signora seduta su una panchina che mi adocchia ed assume un’espressione di disgusto inequivocabile: vista e olfatto colpiti dalla mia merda come un pugile da un guantone!

  20. durone
    Postato il 29 giugno 2011 alle ore 18:14 | Link diretto

    e Cagone é già leggenda!

  21. sordida
    Postato il 29 giugno 2011 alle ore 19:15 | Link diretto

    Cagone, come si chiama la canzone del tipo che si succhia il cazzo da solo?

  22. Postato il 30 giugno 2011 alle ore 01:13 | Link diretto

    Io e un mio amico ex-obeso eravamo al mare giù in calabria saudita, avevamo 17 anni, e bazzicavamo con i terroni locali.
    C’era una coppia di milanesi, che viveva in un appartamento nel mio stesso residence, che ci rompeva sempre il cazzo perché facevamo casino in piscina tutto il giorno.
    E niente, una notte ci siamo arrampicati sul tetto di questi due milanesi di merda e gli abbiamo cagato nel camino a giro. Quando era il turno del mio amico (al tempo obeso) fece una performance inaudita: litrate e litrate di merda puzzolente.
    Rido ancora se immagino la faccia dei due milanesi al mattino, quando videro il loro camino inondato di merda (in tutto ci cagammo in 6 persone normali + 1 obeso).

  23. sudiciume
    Postato il 30 giugno 2011 alle ore 11:32 | Link diretto

    caro laydo, venerdì mi sono smerdato le mutande.

    ero a lezione e per combinazione mi trovavo accanto ad un compagno di corso noto per essere uno scorreggione ripugnante.

    mi pare quindi ovvio che non mi sia certo trattenuto, quando ho sentito una bolla di gas farsi largo verso il mio ano, ben sapendo che tutti avrebbero attribuito a lui quella silenziosa ma fetentissima sfiata.

    il problema è che quella che sembrava un normalissimo peto è diventato alla fine un po’ troppo umido, trasformandosi in un breve ma molle spruzzo di sciolta.

    scatto in piedi in modo brusco e innaturale, e me ne esco camminando a culo stretto mentre qualcuno mi osserva incuriosito.

    vado al cesso e cerco di svotarmi l’intestino da quella merda sciolta ma, SORPRESA, non esce nulla!

    tutta la merda che avevo da cagare era quella minuscola, liquida e puzzolentissima quentità di merda che avevo scambiato per una loffa. mi accorgo che un po’ mi è arrivata addirittura a macchiare il culo dei pantaloni. annuso ma è poca e non si sente gran che.

    chiaramente manca la carta igienica e io non ho fazzoletti. decido di pulirmi il culo con la parte davanti delle mutande e poi buttarle via, tanto di sicuro non posso nè rimettermele nè riportarle indietro (che cazzo dovrei fare, mettermele in tasca?)

    mi do quindi una pulita veloce al culo, ma purtroppo nel farlo mi smerdo la mano, con la merda di prima, attaccata sul retro delle mutande.

    mi abbottono quindi i pantaloni un po’ a cazzo di cane con una mano sola, esco lasciando le mutande merdose attaccate alla maniglia, ridendo di chi le troverà, e vado a lavarmi la mano merdosa.

    in quel momento entra un tipo che conosco e amico di una tipa che mi piace.

    fa per salutarmi con un sorrisone, poi mi vede con i pantaloni mezzi su e mezzi giù, la camicia mezza dento e mezza fuori, vede la mano merdosa, sente il puzzo, il sorriso gli muore in faccia, mi saluta frettolosamente con uno sbrigativo ciao e si infila in un bagno.

    PROPRIO QUEL BAGNO! QUELLO CON LE MUTANDE MERDOSE ATTACCATE ALLA MANIGLIA!!!

    esce quasi subito, mi lancia un’occhiata tra lo schifato e il pietoso e si infila nel bagno accanto.

    quando sono arrivato a mensa, ho notato che dal suo tavolo mi guardavano e ridevano. quel figlio di puttana glielo aveva già raccontato.

    probabilmente lunedì mattina lo saprà già tutta la facoltà.

  24. Abufinzio
    Postato il 5 luglio 2011 alle ore 20:25 | Link diretto

    COME CONQUISTARE UNA RAGAZZA:

    Si fanno telefonate anonime alla ragazza in questione ansimando alla cornetta, poi la incontri e le dai un pugno fortissimo in pancia e mentre è a terra le urli “Progenie di Satana! Ecco quel che succede al superenalotto!”, a quel punto lei è un po’ innamorata di te, corri al bar più vicino, ordina un caffè al vetro e infilatelo nel culo, ma (è importante) lasciando il prossimo pagato.
    A quel punto non ti potrà resistere e potrai finalmente metterti il tutù che hai sempre desiderato.
    Successo garantito!

  25. Postato il 8 luglio 2011 alle ore 09:07 | Link diretto

    Da due anni mi masturbo analmente e sono riuscito, con l’esercizio costante, a infilarmi tre dita nel culo (indice, medio e anulare) + la punta del pollice. Ogni tanto, quando sono per locali, me lo faccio buttare in culo a random. Sono sanissimo e non ho problemi morali né fisici nel farmi inculare da un branco di terronegri sabbiosi.

  26. Postato il 10 luglio 2011 alle ore 01:27 | Link diretto

    Esco a drogarmi duro con un altro anon e amici nella nostra città natale. Previsione della serata: pazzi come cavalli drogati non riusciamo a trattenere i nostri sfinteri, cagandoci addosso. Presi dalle allucinazione dovute a quello che in realtà è veleno per topi, iniziamo a tiriamo le nostre feci semiliquide sulla folla attonita. I nostri genitori e parenti in piazza saranno i primi a vederci e a chiamare i gendarmi, che provvederanno a sedarci davanti a tutta la città a colpi di manganello in un orgia di sangue e merda. Al risveglio avremo perso completamente il lume della ragione, gli amici, la dignità, e passeremo il resto della nostra vita a sbavarci addosso su una sedia a rotelle e lurkare

  27. Trapex
    Postato il 22 agosto 2011 alle ore 13:14 | Link diretto

    Ma questo ce l’ha con tutti, mi sembra una casalinga con le mestruazioni, vorrei vedere se faccia a faccia avesse ancora il coraggio di fare lo scrittore maledetto di sto cazzo. Sarà pure gasato perchè una massa di sfigati lo commenta positivamente sul suo sitino web ahahahah
    PS: Faresti bene anche ad installarti un correttore ortografico…

  28. Triangolox
    Postato il 22 agosto 2011 alle ore 17:11 | Link diretto

    “Faresti bene anche ad installarti un correttore ortografico” —> “vorrei vedere se faccia a faccia avesse ancora il coraggio di fare lo scrittore maledetto di sto cazzo”
    Sì, ma i correttori ortografici non sono ancora in grado di coniugare i verbi.
    YOU FAIL!

  29. l'orrido del botro
    Postato il 3 settembre 2011 alle ore 16:38 | Link diretto

    trapex, ma l’hai letto chi ha scritto l’articolo?
    comunque, porcaccioiddio, sarebba cnhe l’ora di scrivere un articolo novo eh…

  30. piera
    Postato il 6 dicembre 2011 alle ore 01:57 | Link diretto

    http://ferroviedellostatoreclami.blogspot.com/2011/12/partner-oltranza.html

    passa, e andiamo ad abbracciare gli oleandri.

  31. Cagone
    Postato il 7 dicembre 2011 alle ore 00:57 | Link diretto

    Ma porcodio, piera, ti sembra una buona idea spammare il tuo blog pieno di cazzate artistiche su un sito di merda pieno di stronzi come questo? A proposito, sei tu la fighetta hipster del blog? Te la cavi bene col sesso orale?

  32. cane di letame
    Postato il 7 dicembre 2011 alle ore 03:14 | Link diretto

    cagone, stai alla larga dalla sciacquetta hipster. Le ho già pisciato intorno prima di te.

    Aspettando che lei mi pisci addosso.

  33. tubieras
    Postato il 7 dicembre 2011 alle ore 12:12 | Link diretto

    Egregio Cane di merda, se quello che vuoi è urina……

  34. L'orrido del botro
    Postato il 7 dicembre 2011 alle ore 14:18 | Link diretto

    Tra merda e letame, c’è una bella differenza, caro lei…

  35. tubieras
    Postato il 10 dicembre 2011 alle ore 22:49 | Link diretto

    …..sempre merda é……

  36. Don Adelio Cola
    Postato il 11 dicembre 2011 alle ore 16:17 | Link diretto

    Categoria Onoranze funebri
    Attività addobbi funebri; inumazione; onoranze funebri; operazioni cimiteriali; organizzazione funerali; pratiche cimiteriali; servizi funebri completi; trasferimento salme; trasporti funebri; tumulazioni
    Informazioni Generali Partita IVA: 01404850479.
    Altre Informazioni: Altro recapito telefonico: tel. 335 5866650. Sito Internet: http://www.romualdi.it.

  37. eva peres
    Postato il 12 dicembre 2011 alle ore 16:58 | Link diretto

    IL DIVINO MAESTRO OTELMA ha concesso benigno una breve intervista a Radio 19,emittente de IL SECOLO0 XIX.
    Andrà in onda domani mattina alle 9.45 durante il programma News Jockey condotto da Marina Minetti.
    Nell’intervista IL DIVINO affronta alcuni temi di attualità cogente e parlerà del Suo ultimo lavoro filosofico “Eros ad tergum”.
    E’ probabile non vada in onda l’intero testo in considerazione della sua elevata articolazione.
    EGLI vaticina al riguardo il 2012, il Destino del Mondo ed altro ancora.
    Info:3386466364 o 3484450555
    Sacro Sito:www.divinotelma.com
    Radio19 Piazza Piccapietra 21 16121 Genova
    Cell. 340-3569961 Tel. 010-5388549
    http://www.radio19.it http://www.ilsecoloxix.it

  38. Iddio merdaiolo
    Postato il 25 luglio 2018 alle ore 00:52 | Link diretto

    Marchesa, porca madonna…sei la donna della mia vita! Non sposarmi ma chiaviamo come cani…tanto poi se ci resti abortisci. Oppure c’è sempre il culo.

Posta un Commento

Your email is never published nor shared.